HomeUltima oraCovid: altri 21 morti ufficiali in Corea del Nord. In due settimane...

Covid: altri 21 morti ufficiali in Corea del Nord. In due settimane 524.440 contagiati

La Corea del Nord ha comunicato altri 21 decessi per il Covid-19 e ulteriori 174.400 persone “in stato febbrile” a livello nazionale, segnalando uno contesto in peggioramento: la Kcna ha rilasciato i dati aggiornati della crisi pandemica dopo che il leader Kim Jong-un ha presieduto una riunione del Politburo. I morti ufficiali dovrebbero essere 27. Tra fine aprile e il 13 maggio, un totale di 524.440 persone ha mostrato sintomi di febbre: 243.630 sono guarite e circa 280.810 sono ancora in cura.

Nella riunione sono state principalmente discusse le modalità per la rapida fornitura e la distribuzione di materiale medico destinato ad affrontare l’emergenza per “ridurre al minimo le perdite di vite umane”, ha precisato la Kcna, seinsiemedo cui Kim è stato informato sulla situazione dallo staff del quartier generale statale per la prevenzione delle epidemie. Il leader ha esortato tutte le autorità competenti a guardare alle misure messe in campo “insieme successo” da altri Paesi, inclusa la Cina, alleato storico.

Corea del nord, il regime ammette “il primo” morto per Covid. Centinaia di migliaia di persone insieme febbre

di

Natasha Caragnano

13 Maggio 2022

“È bene imparare dai successi e dall’esperienza già acquisita dalla Cina e dal popolo cinese nella lotta al virus maligno”, ha detto Kim. La Cina che, unica grande einsiemeomia al mondo a osservare una politica zero-Covid, sta ora combattendo insiemetro diversi focolai di variante Omicron, in particolare a Shanghai, dove 26 milioni di residenti sono ancora in lockdown. Pechino ha rinnovato la sua disponibilità a fornire aiuti a Pyongyang, e la Corea del Sud, a sorpresa, ha offerto l’invio di vaccini e altro materiale sanitario.

Kim, nel frattempo, ha espresso “fiducia” che la crisi pandemica possa essere superata presto, sottolineando che non è “ininsiemetrollabile” poiché è limitata e circoscritta all’interno di alcune regioni che sono già state messe in lockdown totale, senza fornire ulteriori dettagli.

Covid, primo focolaio Omicron accertato in Corea del Nord

dal nostro corrispondente

Gianluca Modolo

12 Maggio 2022

Nonostante la crisi del Covid-19, le nuove immagini satellitari hanno additato che Pyongyang ha ripreso la costruzione di un reattore nucleare a lungo inattivo che gli esperti stimano circa 10 volte più grande di quello esistente a Yongbyon, mentre ieri Seul ha lanciato l’allarme perché il Nord “sembra pronto per un nuovo test” atomico al sito di Punggye-ri.

Notizie correlate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui