HomeEconomicaKering, ricavi in crescita del 35% a 17,6 miliardi di euro

Kering, ricavi in crescita del 35% a 17,6 miliardi di euro

Ascolta la versione audio dell’articolo

Nuovo record di redditività per Kering. Il gruppo francese del lusso ha archiviato lo scorso esercizio con una crescita del 35% su base comparabile rispetto al 2020 e del 13% rispetto al 2019. Le vendite hanno raggiunto i 17, 645 miliardi di euro. Particolarmente positiva l’evoluzione dell’utile operativo ricorrente in incremento del 60% rispetto al 2020 a 5,017 miliardi di euro. Il margine operativo si è attestato a 28,4%. Sulla piazza di Parigi il titolo Kering sta festeggiando i risultati con un balzo di oltre il 6%.

«Nel 2021 Kering ha realizzato delle performance eccellenti, consolidando ulteriormente la sua posizione di spicco nel settore del lusso. Grazie alla loro capacità di unire autenticità e creatività, tutte le nostre Maison hanno conseguito una solida crescita delle loro vendite, oltre i livelli del 2019, rafforzando al contempo l’esclusività della loro distribuzione e la loro brand equity» commenta François-Henri Pinault, presidente e ceo del gruppo, che prosegue: «Abbiamo ampliato il nostro team di persone di talento in tutto il mondo e sono davvero grato per gli straordinari risultati conseguiti da tutti. Stiamo lavorando assiduamente per raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi di sostenibilità. Tutte le nostre marche sono più forti che mai e siamo fiduciosi di poter estendere al 2022 e agli anni successivi le performance dello scorso anno».

Nel solo quarto trimestre i ricavi sono aumentati del 35,1% a 5,41 miliardi di euro, rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre nel confronto con il 2019 pre covid l’incremento è del 25%.

Gucci protagonista della crescita

Nel 2021 positivo l’andamento delle vendite per Gucci, che ha registrato ricavi per 9,731 milioni di euro in miglioramento del 31%, superando il livello del 2019. Le vendite generate nella rete retail sono cresciute del 37% su base comparabile rispetto al 2020 e del 10% rispetto al 2019. Nell’ambito della revisione della distribuzione di Gucci, i ricavi wholesale sono diminuiti del 10% anno su anno e il 39% rispetto al 2019.

Nel quarto trimestre del 2021, la crescita dei ricavi di Gucci ha subito un’accelerazione fino al +32% su base annua e +18% rispetto allo stesso periodo del 2019. «Questo grazie al successo delle sue linee iconiche, insieme a un fitto calendario di eventi e lanci di nuovi prodotti» si legge nella nota del gruppo. Le vendite dei negozi a gestione diretta sono aumentate del 35% rispetto al quarto trimestre 2020 e del 25% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Notizie correlate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui