La crisi energetica risveglia la corsa dei prezzi dei metalli

La crisi energetica risveglia la corsa dei prezzi dei metalli

Dopo i forti rialzi del 2021 i metalli industriali hanno inaugurato il nuovo anno con un nuovo strappo verso l’alto dei prezzi. Protagonista principale in questi giorni è il nickel, impiegato nel settore tradizionale della siderurgia, per l’acciaio inox, e oggi sempre più richiesto anche per le batterie, che è volato ai massimi da dieci anni, fino a toccare un picco di 22.745 dollari per tonnellata nella seduta di mercoledì 12 al London Metal Exchange.

Al record storico è andato per l’ennesima volta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.