Il Nobel per la letteratura al post-colonialista Abdulrazak Gurnah

Il Nobel per la letteratura al post-colonialista Abdulrazak Gurnah

Il nobel per la letteratura 2021 va allo scrittore tanzaniota Abdulrazak Gurnah, nato nel 1948 a Zanzibar insegna a Cambridge. Dal 1968 vive in Inghilterra, dove dapprima andò per studiare e dove poi è diventato professore di letteratura inglese.

Letteratura africana post coloniale

Considerato uno dei più brillanti autori della letteratura africana post coloniale, è autore di acclamati romanzi come “Il disertore”, “Paradiso” e “Sulla riva del mare”, pubblicati in italiano da Garzanti. Il suo romanzo “Paradise” è stato in shortlist per il Booker Prize nel 1994.

Arrivato in Inghilterra come rifugiato alla fine degli anni ’60 Gurnah è stato professore di inglese al Postcolonial Literatures at the University of Kent a Caterburry.Il premio è di circa 1,4 milioni di dollari.

Nella motivazione del premio gli accademici svedesi spiegano come la sua letteratura sia “senza compromessi e dalla compassionevole comprensione degli effetti del colonialismo e della sorte dei rifugiati”.

Dal 1980 al 1982 ha insegnato alla Bayero University Kano in Nigeria. Si è poi trasferito all’Università del Kent, dove ha conseguito il dottorato di ricerca nel 1982 e quindi è stato nominato professore e direttore del dipartimento di inglese. Come studioso si è dedicato a ricerche sulla narrativa postcoloniale e alle questioni associate al colonialismo, specialmente per quanto riguarda l’Africa, i Caraibi e l’India.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *